RE DOLLARO

Continua il deciso rafforzamento della valuta americana che pare volersi spingere , inesorabilmente, verso nuovi livelli record. Ma qualche indizio suggerirebbe che potremmo non essere cosi lontani da un cambiamento in questa tendenza.


EURUSD

La quotazione si trova ai minimi degli ultimi 20 anni e a prezzi ormai ben più profondi della parità. Tra i trader retail, l'operazione più popolare del momento è quello di comprare questo cambio, spesso senza stop-loss, con una certa sicurezza che prima o poi tornerà a salire. Ipotesi che ha una sua probabilità, ma fate attenzione all’inerzia ribassista che è ancora ben presente.


DOLLAR INDEX

La quotazione dell’indice si trova invece ai massimi degli ultimi 20 anni, in una corsa al rialzo che rende la vita molto facile a chi la sfrutta con strategie operative long. Al contraio, anche la migliore tecnica di trading non può che soffrire tutte le volte che prova a vendere questo strumento.


QUANDO POTREBBE FINIRE?

I dati elaborati da www.trendscore.net, mostrano come i Commercial Traders abbiano accumulato posizioni ribassiste pari al 96% dei contratti da loro negoziati e ancora aperti, il che rappresenta un valore da tenere in considerazione. Tutto ciò, unito al fatto che la fine dell’anno (e in particolare Dicembre) rappresenta un periodo statisticamente di forte indebolimento del Dollaro, fa ipotizzare a qualcuno che tra non molto si potrebbe assistere al ritorno delle vendite.





Photo by engin akyurt on Unsplash

11 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti