LA RELAZIONE TRA LA GUERRA IN UCRAINA ED EURUSD

Il discorso tenuto questa mattina da Vladimir Putin, durante il quale la Russia ha alzato notevolmente il livello di tensione nei confronti dell’occidente e la conseguente reazione di EURUSD, è stata una chiara dimostrazione di quale sia il driver principale della quotazione.


Putin ha dichiarato due cose molto importanti e che certamente non vanno nella direzione di una distensione dei nervi: per prima cosa ha richiamato i riservisti, portando cosi forze nuove al fronte e, come seconda cosa, ha minacciato (sottolineando che non si tratta di un bluff) l’utilizzo delle armi nucleari.


Il livello dello scontro in Ucraina si sta quindi alzando e, da un punto di visto del trading, è importante notare come immediatamente le vendite siano tornate sul cambio EURUSD che, durante la dichiarazione di Putin, ha perso circa 70 pips portandosi nuovamente in area 0.99.


Questa è una dinamica che i trader devono tenere in grande considerazione in quanto la guerra in Ucraina si continua a dimostrare, per ovvi motivi, l’elemento più importante per l’andamento dei mercati in generale e di EURUSD nello specifico. A questo proposito, raccomandiamo ora di seguire con grande attenzione l’evolversi della situazione relativa ai referendum con la quale la Russia proverà ad annettere i territori ucraini recentemente occupati poichè quello viene considerato un evento ad alto rischio per le conseguenze ne potrebbero seguire.





Photo by Duncan Kidd on Unsplash

16 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti