IL CROLLO DELLE BORSE NON HA SPAVENTATO GLI INVESTITORI RETAIL

Fino ad ora, il 2022 è stato un anno particolarmente difficile per i mercati azionari con le quotazioni ormai lontanissime dai massimi di inizio anno. I piccoli investitori, almeno per ora, non starebbero comunque arretrando.


Un interessante sondaggio mostra infatti come il 28% dei traders retail abbiano incrementato le loro posizioni long, il 64% abbia optato per tenere invariata la sua esposizione rialzista mentre solamente l’8% abbia deciso di incassare la perdita e uscire dal mercato.


Insomma, stando a questo sondaggio sembrerebbe che il mercato debba scendere ben più di quanto non abbia già fatto per mettere paura agli investitori. Va però notato come tutti gli indicatori di fiducia siano molto deboli, elemento che se dovesse persistere anche nei prossimi mesi avrebbe facilmente un’influenza negativa sull’approccio dei trader.


Da un punto di vista tecnico, nonostante il rimbalzo dei prezzi visto nelle ultime settimane, la struttura dei principali mercati azionari rimane ancora impostata al ribasso. Perché tale conformazione possa tramutarsi in rialzista, sarebbe necessario assistere ad una maggiore estensione della ripresa nel corso dell’estate




Photo by Chris Liverani on Unsplash



12 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Ricevi le news del nostro Blog!

Grazie per l'iscrizione!