CMC VINCE UNA BATTAGLIA LEGALE CONTRO UN SUO CLIENTE PER £1.31 MILIONI

Il tema della protezione dal saldo negativo è un elemento di fondamentale importanza per i trader retail in quanto grazie a questo strumento si sa sempre che lo scenario peggiore corrisponde sempre al saldo del proprio conto.


.Ovviamente la perdita del capitale depositato è un’eventualità giá di per sè drammatica, ma comunque decisamente meno grave della perdita potenzialmente illimitata anche oltre l’importo versato sul contro trading. La differenza sta nel fatto che ai trader retail viene offerta di default la protezione dal saldo negativo, mentre ai trader professional no.


E questo è proprio l’oggetto del contendere tra il broker CMC e Robert T., un facoltoso cliente dello stesso broker che durante il crollo del mercato causato dall’avvento del COVID aveva iniziato ad accumulare CFDs sul titolo FirstGroup Plc fino ad una perdita di £1.31 milioni. Il cliente ha poi rifiutato di saldare il debito con CMC. accusando invece il broker di averlo categorizzato Professional senza che ve ne fossero davvero i requisiti. Se la tesi fosse stata dimostrata come vera, con CMC che avrebbe quindi dovuto classificare il cliente come retail, questo avrebbe potuto puntare sulla mancata protezione dal saldo negativo.


Il caso è quindi finito in tribunale e la Corte ha dato ragione a CMC, costringendo il cliente a pagare al broker la somma dovuta. Questo purtroppo è solo uno dei tanti casi che nascono dalla combinazione tra l'elevata leva finanziaria offerta dai CFDs e il controllo del rischio pressochè inesistente di molti trader. Quando poi arriva l'alta volatilitá, il tutto finisce in situazioni come quelle sopra descritte.




Photo by Saúl Bucio on Unsplash

24 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Ricevi le news del nostro Blog!

Grazie per l'iscrizione!